Servizi per utenza esterna

Il Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione fornisce i seguenti servizi  per l'utenza esterna:

Il proto-oncogene c-kit gioca un ruolo primario nella fisiologia del mastocita e nello sviluppo del mastocitoma (il tumore cutaneo più frequente) del cane. In questa specie, una percentuale variabile (9-30%) di mastocitomi presentano mutazioni a carico di c-kit, con potenziale maggiore propensione alla recidiva e/o alla metastasi. L’analisi sulla possibile presenza di mutazioni a carico di c-kit è considerata di ausilio all’oncologo veterinario per la scelta del miglior approccio terapeutico, e particolarmente l’uso di inibitori tirosino-kinasici.

Il Laboratorio di Farmacogenetica e Tossicogenomica del Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione offre oggi la possibilità, ai medici veterinari di ambulatori, cliniche, ospedali veterinari italiani e/o esteri, di valutare la presenza di mutazioni del proto-oncogene c-kit (inserzioni, delezioni, ITD, SNP) su campioni bioptici di mastocitoma canino o, eventualmente, su campioni fissati in formalina ed inclusi in paraffina.

NOVITA': da oggi il laboratorio effettua analisi mutazionali di c-kit (esoni 8, 9, 11) anche a partire da campioni di mastocitoma di GATTO fissati in formalina e inclusi in paraffina.

Per informazioni e dettagli sui costi, si prega di contattare il suddetto Laboratorio: Laboratorio di Farmacogenetica e Tossicogenomica, Dipartimento Biomedicina Comparata e Alimentazione, viale dell'Università 16, Agripolis 35020 Legnaro - Padova (Italy) Tel.: +39.049.827.2935; fax: +39.049.827.2973

Responsabile del servizio: Dott.ssa Mery Giantin, Prof. Mauro Dacasto

L'analisi molecolare della clonalità linfoide mediante tecnica PARR rappresenta un'indagine molto utile a scopo diagnostico (determinazione del fenotipo B o T, diagnosi differenziale) nonché per la valutazione della malattia minima residua (MRD) a seguito di trattamento con chemioterapici. Nel dettaglio la tecnica consiste nella ricerca mediante PCR ed elettroforesi in gel dei riarrangiamenti genici clonali della regione variabile delle immunoglobine e di TCR, recettori antigene-specifici per linfociti B e T rispettivamente. Al pari di altre indagini diagnostiche, a questo test genetico non possono attualmente essere attribuite una sensibilità ed una specificità pari al 100%. Per limitare il più possibile il problema, il Laboratorio non applica un unico saggio, bensì un panel di test, sia per linfoma B che per linfoma T, oltre all'analisi degli eteroduplex.

Il Laboratorio di Farmacogenetica e Tossicogenomica del Dip. BCA offre il servizio di analisi di clonalità linfoide di tipo B e T a partire da:

- campioni bioptici o citologici conservati in RNAlater;

- sangue periferico e in eparina o EDTA;

- citologici su vetrino non colorati;

- campioni fissati in formalina ed inclusi in paraffina.

NOVITA': a partire da Agosto 2017 il laboratorio offrirà questo stesso servizio anche per la specie felina!

Per ulteriori dettagli ed informazioni, si prega di contattare il suddetto Laboratorio: Laboratorio di Farmacogenetica e Tossicogenomica, Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione, viale dell'Università 16, Agripolis 35020 Legnaro - Padova (Italy) Tel.:+39.049.827.2935/2946; fax: +39.049.827.2973

Responsabili del servizio: Prof.ssa Mery Giantin, Prof. Mauro Dacasto

Il gene ABCB1 (ATP binding cassette subfamily B member 1) codifica per una proteina di efflusso di membrana denominata MDR1 (Multidrug Resistance Protein 1) o anche glicoproteina P (P-gp). Questa proteina è responsabile del trasporto trans-membrana di substrati molto eterogenei, tra i quali farmaci e antibiotici di uso comune in medicina veterinaria come alcuni farmaci antitumorali (vincristina, vinblastina, doxorubicina), immunosoppressori (ciclosporine), antiparassitari (ivermectina, lattoni macrociclici), anestetici e analgesici (butorfanolo, acepromazina) e cardioattivi (digossina). La sua primaria funzione è quella di diminuire le concentrazioni di xenobiotico all’interno della cellula (proteina di efflusso),  particolarmente a livello della barriera emato-encefalica. Può inoltre contribuire allo sviluppo di resistenza ai farmaci antitumorali nelle cellule neoplastiche.

Mutazioni nella sequenza esonica del gene possono indurre difetti di sintesi ed attività della proteina che non riuscendo del tutto (o solo in parte) ad estrudere lo xenobiotico dà luogo ad accumulo intracellulare e conseguente tossicità. Per alcuni farmaci è stata evidenziata una maggiore penetrazione a livello encefalico con conseguente neurotossicità anche ai normali dosaggi terapeutici.

Sono note varie mutazioni del gene MDR1, tra le quali la più conosciuta è una delezione di 4 basi scoperta in cani di razza Collie e associata ad un fenotipo sensibile all’ivermectina. Le razze canine in cui più frequentemente sono state riscontrate le mutazioni sono rappresentate dai Collie e dai Pastori Australiani, ma la mutazione è stata rilevata anche in altre razze oltre che nei meticci.

La genotipizzazione del gene MDR1 è raccomandata nelle razze canine più predisposte per valutare la sensibilità dell’animale prima di ogni tipo di trattamento con i farmaci sopra elencati.

Il Laboratorio di Farmacogenetica e Tossicogenomica del Dipartimento BCA offre il servizio di genotipizzazione del gene MDR1 (delezione di 4 paia di basi), utilizzando una tecnica molto sensibile come la Real Time PCR abbinata all’uso di sonde altamente specifiche (saggio messo a  punto e brevettato da Geyer e collaboratori nel 2010).

Le analisi possono essere effettuate a partire da sangue in EDTA, eparina o citrato sodico.

Per ulteriori dettagli ed informazioni, si prega di contattare il suddetto Laboratorio di Farmacogenetica e Tossicogenomica, Dipartimento Biomedicina Comparata e Alimentazione, viale dell'Università 16, Agripolis 35020 Legnaro - Padova (Italy) Tel.: +39.049.827.2935/2946; fax: +39.049.827.2973

Responsabili del servizio: Prof.ssa Mery Giantin, Prof. Mauro Dacasto

Il servizio denominato “Stem Cell Delivery” è fornito dal Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione ed è dedicato all’estrazione, all’analisi, all’espansione ed al congelamento di cellule staminali da animali di interesse veterinario.

Le fonti tissutali utilizzate sono molteplici e variano in base alla specie, le cellule staminali possono essere isolate da:

  • midollo osseo
  • cordone ombelicale
  • tessuto adiposo
  • sangue

Il servizio promuove un’attività di ricerca scientifica finalizzata ad ampliare le possibili applicazioni cliniche delle cellule staminali ed a comprendere i meccanismi che sottendono l’azione delle stesse nella riparazione tissutale.

Responsabile del servizio: Marco Patruno

 

L'area di anatomia patologica offre un servizio diagnostico di istopatologia, citopatologia e necroscopia su campioni provenienti da animali d'affezione, d'allevamento e di laboratorio. Il servizio si rivolge ad ambulatori, cliniche, ospedali veterinari e veterinari liberi professionisti che operano nel territorio italiano ed europeo.

La sottomissione degli esami può essere fatta direttamente online ed il relativo campione viene inviato al laboratorio di Legnaro. Il cliente può tracciare online, attraverso un account personale, lo stato di lavorazione del campione. Il referto viene pubblicato in tempo reale online, su account privato.

Sito di riferimento del servizio: www.simbavet.org

Laboratorio di Anatomia Patologica BCA Viale dell'Università 16, Legnaro -PD- 049.827.2507

Responsabile del servizio: Silvia Ferro, Valentina Zappulli

 

Servizio di consulenza specialistica medico veterinaria sulle patologie comportamentali e su aspetti gestionali e relazionali degli animali d’affezione, rivolto sia a privati cittadini che a enti o associazioni private e pubbliche.

Responsabile del servizio: Lieta Marinelli

Link: Laboratorio di Etologia Applicata

You will find here information about ourmission, our Laboratory's staff, research activities and projects carried out by the laboratory, and our programs of education and training. We also offer consultancy on different animal ethics sensitive matters. For more on veterinary ethics, conservation ethics, and animal welfare science, see our resource page.

Responsabile scientifico: Barbara de Mori

Link: Ethics Laboratory for Veterinary Medicina, Conservation and Animal Welfare